B i o g r a f i a

Già diplomata in Pianoforte, nel 2010 si diploma in Canto Lirico presso il Conservatorio “A. Casella” dell’Aquila con Maria Chiara Pavone e, successivamente, consegue il diploma magistrale in Canto Rinascimentale e Barocco con il massimo dei voti e la lode sotto la guida di Furio Zanasi.

Ha seguito corsi di perfezionamento nel repertorio barocco con Gemma Bertagnolli, Sonia Prina, Roberta Invernizzi, Emma Kirkby, Jill Feldman, Johannette Zomer, Olivier Schneebeli e Agata Bienkowska.

In varie formazioni e come solista si è esibita in importanti festival e stagioni sia italiane che estere: “Festival Internacional de Musica Sacra de Quito” (Ecuador); De Bijloke a Ghent; Festival “De Singel” di Anversa; Festival “Concentus Moraviae” di Brno; Concertgebouw di Amsterdam; Società Aquilana dei Concerti “B. Barattelli” di L'Aquila; Festival Barocco di Viterbo; "Liuteria in Festival" di Cremona; Festival “Monteverdi” di Cremona; Istituto Culturale Portoghese, Istituto Francese, Festival "L’Architasto" e Palazzo della Cancelleria a Roma; "Malta Arts Festival"; Festival Barocco "Leonardo Leo" di Brindisi; Festival "Opera Barga"; Festival "Settimane Barocche" di Brescia; Stagione Concertistica "Milano Classica"; Teatro Puccini di Merano; Teatro Cristallo di Bolzano; Teatro Fraschini di Pavia; Festival “Cantieri dell'Immaginario” di L'Aquila. Collabora stabilmente con Ghislieri Consort&Choir diretto da Giulio Prandi, Cantarlontano diretto da Marco Mencoboni, Ensemble Mare Nostrum diretto da Andrea De Carlo, Orchestra Archi del Cherubino maestro concertatore Judith Jutka Hamza, Orchestra La confraternita de' Musici diretta da Cosimo Prontera.

 

Nell’ambito di un ambizioso progetto sul compositore Alessandro Stradella intrapreso da Andrea De Carlo, ha cantato: la serenata “La Forza delle Stelle” (Damone, Clori e passante); gli oratori “San Giovanni Crisostomo” (Eudosia), “Santa Pelagia” (Pelagia), “Santa Editta, vergine e monaca d’Inghilterra” (Humiltà), “Ester, Regina del popolo ebreo” (Ester); la cantata “Per tua vaga beltade” (Lilla); l'opera “La Doriclea” (Lucinda). I concerti sono stati eseguiti presso la Chapelle Royale della Reggia di Versailles; Festival “De Bijloke” Ghent; il Festival "Concerts d’été à Saint-Germain" a Ginevra (concerto registrato dalla Radio Svizzera); la Maison de radio France (Parigi); il "Festival de Sablé" (Francia); il Festival "Grandezze & Meraviglie" di Modena; il Festival Internazionale “Alessandro Stradella” di Nepi (VT); la Società dei Concerti Barattelli di L'Aquila; il Festival Pergolesi Spontini a Jesi (AN); la Fondazione Pietà de’ Turchini a Napoli.

Ha registrato “La Forza delle Stelle” (Clori e passante) e “Santa Editta, vergine e monaca d'Inghilterra” (Humiltà), per l'etichetta Arcana (Outhere). Entrambi i dischi sono stati premiati da riviste specializzate, ottenendo 5 Diapason dalla rivista francese Diapason e il disco Santa Editta è stato in nomination all’ICMA (International Classical Music Awards) 2017 nella sezione Baroque Vocal e nominato come disco del mese da Classique Voice nel settembre 2016.

 

Recentemente si è riavvicinata alla musica più moderna esibendosi in un toccante concerto in memoria di Giancarlo Menotti presso la Chiesa di Santa Eufemia a Spoleto, sotto la direzione del M° Alberto Maria Giuri. Ha ideato uno spettacolo di poesia, musica e immagini sul tema degli animali, dal titolo "Per l'idea di un bestiario", con musiche di Ravel, Debussy, Saint-Saëns, Poulenc e altri, creando un surreale e divertente Bestiario, eseguito per il Gam nella Stagione dei Concerti Barattelli di L'Aquila. È ideatrice anche dello spettacolo “Donna e Dama, passeggiando nel tempo”, in cui canta e recita in un divertente ma poetico viaggio nel mondo femminile dal medioevo al barocco, eseguito per la manifestazione della Perdonanza Celestiniana di L'Aquila.

Dal 2017 è insegnante di Canto presso il Liceo Musicale “D. Cotugno” dell’Aquila.

 

Parallelamente agli studi musicali si laurea con lode in Ingegneria Elettronica presso la Facoltà di Ingegneria dell’Aquila e nel 2011 consegue il Dottorato di Ricerca in Ingegneria Elettrica e dell’Informazione.